I Cammini dell’Associazione

Anello Cimino – il Cammino dei Santi Patroni

Il tracciato dell’Anello Cimino ossia “il Cammino dei Santi Patroni”, permette di scoprire giorno per giorno la varietà e l’unicità dei paesaggi della Tuscia: dalla pianura di Viterbo con le sue sorgenti termali e il basolato romano della via Francigena, all’inaspettata pineta dei Monti Cimini, ai castagneti secolari di Canepina e Vignanello che lasciano lentamente posto ai noccioleti di Caprarola e Ronciglione.

Su tutto dominano le emergenze storico architettoniche del centro storico di Viterbo, del castello Ruspoli di Vignanello, del castello di Giulia Farnese a Carbognano, di Palazzo Farnese a Caprarola.

Un territorio variegato denso di storia, natura e spiritualità.

www.anellocimino.it

Il Cammino di Hasekura e dei Martiri Giapponesi

Nel suo unico e particolare percorso di terra, mare e città, il Cammino di Hasekura è un’esperienza spirituale che riflette nel profondo le diverse e uniche bellezze che incontra lungo i suoi 100 appassionanti chilometri.
E’ la rievocazione di un’impresa epica ed unica per la sua epoca compiuta da un giovane ambasciatore giapponese che sbarcato nel 1615 a Civitavecchia venne ricevuto da Papa Paolo V, è il racconto di un’avventura post medioevale fatta di frati viaggiatori, di popoli convertiti e di martiri trucidati, ma anche di palazzi del potere, di lettere d’oro e di Samurai.
Partendo dalla statua dedicata ad Hasekura Tsunenaga e alla Chiesa dei Martiri Giapponesi a Civitavecchia, il percorso scende verso il Castello di Santa Severa, dove il Samurai soggiornò per una notte, proseguendo per Palidoro dove fece una sosta, e riprendendo il cammino nelle campagne verso Roma, arrivando alle sponde del Tevere, fino in Vaticano e al Quirinale.

www.camminodihasekura