News

Un invito ai viaggiatori

un invito ai viaggiatori
A cura di Simone Olmati

PellegrinoCari visitatori, pellegrini, viaggiatrici e viaggiatori che avete attraversato questi luoghi in cui la storia e la leggenda si fondono e si ricompongono in modo mutevole nella natura circostante, siate testimoni di quanto avete visto e vissuto percorrendo l’antica via Francigena e la sua bellissima e misteriosa variante Cimina. Fate vostri i suoni e le visioni di questi territori e raccontateli attraverso le parole, riscoprendo il piacere della lentezza, del viaggio, della tradizione orale, dei racconti che riecheggiano ancora nella parte più selvaggia e nascosta dei Monti Cimini.

La riscoperta e la promozione di questi luoghi, che ruotano intorno a Caprarola, alla sua natura, alle tradizioni e ai sapori che vengono da tempi remoti, passano soprattutto attraverso i corpi vivi di chi li sperimenta, di chi li vive e li percorre con la curiosità degli antichi pellegrini. Il mio, dunque, è un invito a tornare per chi ha già visto le meraviglie del luogo e a visitarlo per chi vuole vivere il piacere di scoperte mai banali. Scoperte che sono sempre foriere di nuovi dettagli, di storie sconosciute e di illuminanti prospettive che solo un lento e attento cammino attraverso la suggestiva Variante Cimina della Francigena può portare in superficie.

 

Tratto da “Progetto di valorizzazione della Variante Cimina della via Francigena: paesaggio e identità locale”.

 

Cormice orme