CiboNewsRicette e Sapienze Antiche

La panzanella

panzanella
di Carlo Nuti

È tempo di panzanella, quella toscana.

Ingredienti:

Pane sciapo toscano secco.

Pomodori maturi, io uso i datterini, tanti.

2 Cipolle rosse taglate a fette sottilissime. Una volta bagnata la metto in abbondante acqua ghiacciata e ce la lascio in frigorifero per un paio di ore e poi la sgocciolo molto bene.

2 Cetrioli puliti

Basilico tantissimo

Olio toscano di quello buono, anzi “bono”.

Aceto

Preparazione:

Mettere il pane secco in ammollo in acqua e aceto, 100 ml di aceto in un litro di acqua. Se il pane non è di quello sciapo o sciocco la panzanella non funziona. Lasciarlo ammollare per qualche ora. Poi strizzarlo molto bene con le mani. Io mi aiuto anche con un canovaccio da cucina pulito. Metterelo in una grossa insalatiera e sfriderlo bene con le mani in maniera che risulti una specie di graniglia di pane a grani piccoli; il segreto vi verrà dato dall’esperienza. Aggiungere i pomodori a pezzi piccoli, i cetrioli, la cipolla. Il basilico va a pezzetti sottili spezzettato con le mani.

Condire con sale e olio abbondante. Niente aceto, basta quello dell’ammollo del pane.

Non troverete mai le quantità precise perché variano molto a seconda dei gusti. Per tre/quattro etti di pane fresco poi seccato e messo in ammollo ho usato 400 gr di datterini, due cetrioli e due cipolle e il risultato è stato buono.