NewsStorytelling

CONCORSO: Il sapere degli anziani e l’innovazione dei giovani

Il sapere degli anziani e l'innovazione dei giovani
di Paola Brighenti

Breve racconto della giornata di premiazione del concorso: Il sapere degli anziani e l’innovazione dei giovani

Domenica 20 aprile 2018, alla Casa della Cultura di Caprarola, si è tenuta la premiazione del concorso Il sapere degli anziani e l’innovazione dei giovani.

Il concorso rientra nel bando ideato e coordinato dalla nostra associazione  e promosso dai Comuni di Caprarola, Carbognano e Ronciglione, inserito all’interno del progetto “I Territori della Variante Cimina della via Francigena”, finanziato dal bando regionale per la “Valorizzazione e promozione turistica dei Borghi del Lazio da parte dei Comuni” (DGR n. 771 del 14 dicembre 2016).

Alla premiazione erano presenti le classi che hanno partecipato, i professori che hanno coordinato con grande entusiasmo il progetto e anche alcuni nonni, intervistati nei video prodotti dai ragazzi.

In apertura è intervenuta l’Assessore alla Cultura del comune di Caprarola Barbara Mastrogiovanni, che ha colto l’occasione per illustrare ai ragazzi presenti la necessità di fare rete per raggiungere obiettivi comuni e l’importanza dei giovani per il futuro e la crescita sociale dei territori. Successivamente ha preso la parola il nostro presidente, Antonio Correnti che, “interrogando” scherzosamente i ragazzi sul loro territorio, ha raccontato origini e curiosità della Via Francigena e in particolare della Variante Cimina. Infine Consuelo Ricci ha raccontato attraverso i sui scatti l’amore per il proprio luogo di origine, mostrando come sia possibile sviluppare in base alle proprie inclinazioni e passioni  uno storytelling del territorio.

La narrazione del territorio passa attraverso molteplici canali e forme di comunicazione.

In questo caso passa attraverso la voce della memoria degli anziani, fondamentale tassello per trasmettere alle nuove generazioni la conoscenza e soprattutto il legame emotivo con la propria terra. Voce che è stata raccolta e rielaborata dai ragazzi grazie alle (ormai non più) nuove tecnologie largamente diffuse anche tra i più giovani (fotocamere, cellulari, tablet, ecc.).

Il risultato è una coralità di ricordi, aneddoti, emozioni e vitalità, dove il tempo smette di essere quello di ieri e diventa un adesso negli occhi di chi racconta e soprattutto di chi ascolta. Così, per una volta, gli smartphone  sono diventati strumento di condivisione di storie e non di stories.

La mattinata si è conclusa con la visione di tutti i video prodotti; la premiazione dei primi tre classificati, che hanno ricevuto una selezione di libri da condividere con le rispettive classi, e con l’assegnazione a tutti i partecipanti degli attestati e dei gadget (zainetti e spillette) dell’associazione.

Ringraziamo l’Istituto Comprensivo Mariangela Virgili di Ronciglione e l’Istituto Comprensivo Roberto Marchini di Caprarola e Carbognano. In particolare i professori Pontremolesi, Polidori e Magnasciutti che con pazienza e professionalità hanno guidato i ragazzi in questa avventura.

Di seguito i video prodotti da tutti i partecipanti.